Il segreto per tenere vivo il vostro amore per una città? Un itinerario che fonde antichi e classici panorami con un’esplorazione della nuova scena indie, della cultura dei caffè e dei designer emergenti. La scrittrice di viaggi Anna Hart riscopre l’antico ed esplora le novità nelle nostre quattro città preferite: Berlino, Miami, Toronto e Roma.

Come scrittrice di viaggi specializzata in mete cittadine, penso che le città offrano ai viaggiatori ricche e gratificanti emozioni. Una bella città sa come mantenere viva la passione – ogni volta che atterro in una delle mie città preferite, vengo accolta da una ventata di freschezza. Che si tratti di un’ex area industriale trasformata nella scena della street-art emergente, o di un distretto finanziario affollato trasformato in modo audace con un mercato di streetfood coperto, si prova sempre un brivido di emozione nel vedere l’evoluzione, la trasformazione e la maturazione di una città che adori. Per i viaggiatori di destinazioni urbane come me, non c’è cocktail più potente della fusione tra l’antico rassicurante – le mie gallerie preferite di fama internazionale, monumenti iconici e ristoranti familiari – e il nuovo entusiasmante.

Toronto: La nuova capitale culinaria

Toronto La nuova capitale culinaria

I monumenti e le attrazioni, come la CN Tower, il Royal Ontario Museum, la Casa Loma e il mercato di St Lawrence, hanno portato nel 2017 un numero record di visitatori nella vibrante Toronto. La città è anche notoriamente la potenza economica del Canada e nel 2015 la popolazione della Grande Area di Toronto ha superato per la prima volta sei milioni di persone. In termini di attività edilizia e di sviluppo, Toronto sta vivendo un boom più intenso rispetto a qualsiasi altra città del Nord America, ad eccezione di New York.

Cosa c’è di nuovo? Questo boom economico ne ha scatenato contemporaneamente un altro di tipo culinario, trasformando Toronto in una delle destinazioni gastronomiche più interessanti del pianeta, con una scena deliziosamente controversa, provocante e tutta da scoprire. Per fare un aperitivo, The Cloak Bar richiede la ricezione di un messaggio con password per farvi superare la tenda di velluto e addentrarvi in questo ambiente dai cocktail a lume di candela, ma ne vale la pena. Si può dire lo stesso di The Libertine, un vasto spazio nel seminterrato con panche verniciate di rosso e una folla di appassionati. Arrivate affamati a Roncesvalles, nel West End della città, nella rilassata atmosfera di La Cubana, mentre lì vicino a Parkdale, troverete le tacos al Grand Electric e un delizioso tiki bar, Miss Thing’s. Questo è il bello di cenare fuori a Toronto: diventa un tour vorticoso alla scoperta delle cucine internazionali. Se volete viaggiare in tutto il mondo provando 80 ristoranti, Toronto è la città che fa per voi.

Miami: La capitale emergente della street art

Miami La capitale emergente della street art

Con una cucina cubana vibrante e innovativa, beach club attraenti ed eleganti hotel, questo hub spudoratamente sfarzoso e glamour ha sempre saputo come convincere i viaggiatori a lasciarsi andare. Una passeggiata lungo la spiaggia, sulla Ocean Drive, è come un tuffo nel passato; infatti, le iconiche facciate degli hotel degli anni Trenta che costeggiano la strada sono una delle più grandi concentrazioni al mondo di edifici Art Deco. Negli ultimi anni, la cosiddetta Città Magica ha subito una spettacolare rinascita culturale e ha corteggiato il pubblico internazionale appassionato d’arte, con le icone di Miami Beach, come The Bass Contemporary Art Museum, che attirano l’attenzione dei visitatori con le classiche e grandiose tenute di giardini, come la Vizcaya con ampi giardini in stile rinascimentale italiano.

Cosa c’è di nuovo? La vocazione creativa di Miami non si limita alle grandi gallerie di fama internazionale come Bass, ma nelle stesse strade di Miami si respira anche l’atmosfera di numerose gallerie d’arte. Nella parte nord di Miami si trova Wynwood Walls (nell’immagine), uno spazio all’aperto che vanta la più grande collezione di murales di street art al mondo, il tutto affiancato da fantastici birrifici indipendenti, bar e gallerie all’avanguardia. Con una superficie di 30.000 piedi quadrati, presenta opere di artisti di spicco, da Kenny Scharf e dal brasiliano Os Gemeos a Shepard Fairey (autore del famoso poster “Hope” che ritrae Barack Obama).

Berlino: Locali di design emergenti e alla moda

Berlino Locali di design emergenti e alla moda

Poche città sono così fortemente segnate dalla storia recente come Berlino. L’eredità dei devastanti bombardamenti, che hanno distrutto la maggior parte del centro storico della città, ha fatto sì che molte delle attrazioni iconiche della città siano pesantemente influenzate dalla seconda guerra mondiale, come la Porta di Brandeburgo e il palazzo del Reichstag, fino ai commoventi monumenti e memoriali creati negli anni successivi. Nonostante le ferite della storia recente, Berlino è diventata la capitale più creativa, divertente e all’avanguardia del pianeta.

Cosa c’è di nuovo? Berlino occupa in modo crescente la scena della moda con un design elegante e raffinato, studi di interior design all’avanguardia e nuovi designer emergenti. La capitale della Germania, infatti, è famosa non solo per la storia e per l’edonismo, ma anche per edifici e loft all’avanguardia.

Nel quartiere di Mitte potete trovare ristoranti e boutique raffinate oppure acquistare opere di emergenti designer tedeschi; a Wald rilassatevi con un caffè latte al The Store, gallerie, bar e concept store ai piedi della Soho House Berlin. Kreuzberg e Neukölln sono i quartieri hipster dove artisti e designer aprono boutique e spazi di co-working accanto ai supermercati turchi che si trovano lì da anni. Dopo aver fatto shopping nelle boutique di designer come Voo (nell’immagine), avventuratevi al Markthalle Neun, il mercato di streetfood coperto del giovedì sera di Kreuzberg, bevendo un Riesling biologico.

Roma: Il nuovo parco di divertimenti bohémien

Roma Il nuovo parco di divertimenti bohmien

Arrivare a Roma è come entrare in un museo archeologico a cielo aperto, circondato da monumenti storici e opere iconiche. Capitale culturale da oltre 3.000 anni, è difficile pensare a una destinazione con più attrazioni da visitare di Roma, dove monumenti come il Colosseo, il Foro e il Pantheon commemorano lo status di Roma come epicentro dell’Impero Romano. Potrete ammirare la prima strada asfaltata della storia, Via Appia Antica, e ammirare le sculture di Michelangelo, gli affreschi di Raffaello e le tele del Caravaggio. Chiese rinascimentali e catacombe si accompagnano alle facciate barocche, a fantastiche fontane e, ovunque guardiate, i vostri occhi cadranno su un trionfo architettonico e artistico.

Cosa c’è di nuovo? Dopo aver ammirato le attrazioni classiche come la fontana di Trevi e la Basilica di San Pietro, vale la pena passeggiare nelle stradine nascoste del quartiere Monti, tenendo gli occhi ben aperti. Siete a due passi dal Colosseo, con tantissimi bar alla moda, boutique eccentriche e trattorie tradizionali. Questo quartiere perennemente cool testimonia che la scena creativa contemporanea di Roma è vibrante, proprio come lo era in passato. Assaporate gli antipasti, tra cui i carciofi, presso La Carbonara, oppure sorseggiate un Chianti sulla soglia ricoperta di edera di Ai Tre Scalini, un’enoteca rustica. E, se potete, visitate la fiera del vintage Mercato Monti dove potrete trovare ricercate lampade in vetro, tessuti kitsch e giacche vintage da motociclista.

Anna Hart è una scrittrice di viaggi e autrice specializzata nelle mete cittadine emergenti e nei viaggi d’avventura. I suoi ricordi di viaggio, Departures: A Guide to Letting Go, One Adventure at a Time, pubblicato da Little, Brown Book Group, è ora disponibile all’acquisto.

Immagine dell’intestazione fotografia di Zachary Balber. Concessione del The Bass, Miami Beach.

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti