Il fotoreporter di Sydney Ian Lloyd Neubauer cattura i luoghi, i suoni, i sapori e i profumi della vivace Chinatown della città

Quasi ogni città in Australia ha una sua Chinatown, anche se nessuna è più grande o migliore di quella di Sydney’. E come tanti dei nostri vecchi quartieri, la sua è una storia oscura e romanzata. Più di un secolo fa, la ’Chinatown di Sydney era un labirinto di fumerie d’oppio e bische per il gioco d’azzardo.

L’Australia di oggi ha ribaltato la faccenda, abbracciando in toto la comunità cinese e la sua architettura, le sue feste e la sua cucina. La ’Chinatown di Sydney ha seguito l’esempio, evolvendosi fino a diventare una delle ’attrazioni più famose della città: vivace, frenetica, piena di ristoranti asiatici con sfarzose insegne al neon, negozi di alimentari, pasticcerie, parrucchieri, cliniche e negozi di souvenir. E come è cresciuta! Il distretto oggi va ben oltre a quello che era il suo centro originario e si estende dal centro commerciale di Dixon Street fino a comprendere 12 strade cittadine fra Darling Harbour e la stazione centrale.

Sai che sei ’arrivato a Chinatown quando vedi le insegne multilingue al neon del Dixon Street Mall. Il centro commerciale termina con grandi archi cerimoniali costruiti con i fondi raccolti da imprenditori locali, sui quali si trovano iscrizioni logore ma molto significative come quella che celebra ‘l’amicizia tra la comunità australiana e quella cinese’. Su entrambi i lati degli archi troneggiano grandi statue di leoni, apparentemente realizzate sotto la guida di esperti di feng shui per tenere lontane le maldicenze del vicino mercato di Paddy.

Situato all’angolo tra Hay e Thomas Street, il Paddy’s Market è uno spettacolo commerciale di stravaganza, dove i prezzi sono bassissimi e la contrattazione è ben accetta. Dal mercoledì alla domenica, si riempie di bancarelle traboccanti di occhiali da sole, fiori, DVD, abbigliamento, bigiotteria, articoli per la casa, la più grande collezione di souvenir australiani di fabbricazione cinese nel paese e repliche di spade samurai realizzate da una signora appassionata. Nel weekend ’troverai anche un vivace mercato in cui i venditori ambulanti attirano i clienti urlando dalle loro bancarelle di frutta e verdura fresche vendute a prezzi all’ingrosso.

A pochi passi da Chinatown sul lato sud della zona del divertimento di Darling Harbour c’è una grande fortificazione che ospita il Chinese Garden of Friendship. Modellata sui giardini minuziosamente curati della dinastia Ming, è ’un luogo di pace e tranquillità, con stagni pieni di carpe koi, padiglioni e pagode, salici piangenti e piante esotiche, e una tradizionale sala da tè cinese. Il giardino è stato donato a Sydney nel 1988 dalla città con cui è gemellata, Guangzhuo, per festeggiare il bicentenario della nascita dell’Australia.

A partire dalle quattro del pomeriggio del venerdì, Dixon Street prende vita in quanto ospita il Chinatown Night Market. In sintonia con l’atmosfera di Chinatown, il mercato è un’opportunità per studenti, artisti e giovani designer asiatici che vendono abbigliamento, gioielli, candele profumate, lanterne di carta, calzini, accessori per smartphone e peluche – ma, soprattutto, cibo.

Le bancarelle del Night Market’ offrono specialità di street food da Taiwan, Corea, Vietnam, Thailandia, Malesia, Giappone, Indonesia e Cina. Per la varietà dell’offerta compete con i mercati alimentari di Bangkok e Hanoi.

In un piccolo centro commerciale adiacente al Dixon Street Mall, sono entrata in uno dei tanti saloni di parrucchieri di Chinatown’. Il proprietario, Max Tan, un cino-americano di Singapore che ha vissuto a Sydney per più di 20 anni, mi ha detto che ci vuole un’abilità particolare per tagliare i capelli agli asiatici. Ma Max taglia i capelli anche ai non-asiatici? “Certo che sì”, dice. “Tagliamo i ’capelli a tutti”.

Un’istituzione di Sydney da oltre 25 anni, il Golden Century Seafood Restaurant al 399 di Sussex Street è il ristorante più caratteristico di Chinatown’. Gli acquari sovrapposti, che vanno dal pavimento al soffitto della facciata, contengono scorte di granchi di fango delle dimensioni di un coprimozzo per auto, capesante in gusci color corallo, gamberi tigre, gamberi d’acqua dolce e aragoste di roccia come queste, la più grande delle quali vantava un peso di ben 3,9 kg. I piatti consigliati dallo chef’ sono: pippies (un tipo di frutti di mare) vivi con salsa XO, grancevola al pepe nero, capesante al vapore e anatra allo spiedo.

Parallelamente al confine sud di Dixon Street c’è un vicolo chiamato Kimber Lane. Lì potrai vedere la più insolita delle installazioni, opera dell’artista di Sydney Jason Wing, intitolata “Tra due mondi”. Parte di un programma in atto che prevede l’investimento di 20 milioni $ per la riqualificazione degli spazi pubblici di Chinatown’, è costituita da tre elementi intrecciati: murali ibridi di nuvole e rose, disegni simili a piante incisi nella pavimentazione e rappresentazioni metalliche sospese di Cupido che brillano di notte, vegliando sui visitatori che riprendono la strada di casa.

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti