Hong Kong è un paradiso per gli amanti della buona cucina. Qui puoi trovare deliziosi dim sum, i principali stili di cucina cinese di carattere metropolitano e il miglior sushi al di fuori di Tokyo. Nel ricco scenario culinario della città, il gourmet cinese e scrittore di viaggio Johannes Pong rivela quali sono i suoi favoriti di sempre.

Cibo tradizionale cinese

Mott 32 peking duck hong kong food

Ad Hong Kong l’equivalente del brunch si chiama yum cha. Famiglie e gruppi di amici si ritrovano durante il weekend per un dim sum con tè: cataste di cestini di bamboo colmi di ravioli e deliziosi assaggi accompagnati da un piatto di riso fritto o spaghetti da condividere. Con le sue vetrate cielo-terra che si affacciano sul Victoria Harbour e i suoi interni rinnovati in sobrio stile industrial glam e cineserie, il Dinasty (foto di copertina) è il posto ideale per mangiare dim sum. Puoi tornarci anche per cena, in quanto il menù offre una sublime selezione di classici della cucina cantonese: il char siu (maiale arrostito caramellato) che mangerete qui è senza dubbio uno dei migliori che si possano assaggiare in città.

Kins Kitchen è frutto dell’intuizione del gourmet cinese e scrittore gastronomico Lau Kin Wai e di suo figlio Lau Chun. Sono patiti di ricette antiche e dimenticate, che ripropongono e rielaborano senza smussarne le asperità. Il più delizioso mizhi yuntui, una delle ricette più antiche della Dinastia Qing, viene servito qui. Un cubo color agata, fatto di prosciutto Yunnan (carne di maiale stagionata) brasato al miele, cotto per 40 ore con semi di loto. Una delizia servita su soffici panini al vapore.

Accanto alla predominante cucina cantonese, altri stili culinari tipicamente urbani sono rappresentati e apprezzati ad Hong Kong. Il cavernoso e chic  Mott 32 situato in zona centrale nei sotterranei dello Standard Chartered Bank Building – che prende il nome dal primo minimarket di Chinatown a New York – offre un’eccezionale anatra laccata alla pechinese arrostita con legno di melo e servita accompagnata da morbidi puncakes (foto sopra). Dong Lai Shun è specializzato in stufato di castrato di montone, per il quale utilizza soltanto tagli di carne marezzata di montone testa nera della Mongolia Interna. Il branch del Causeway Bay propone un menù degustazione con assaggi di rarità provenienti da tutta la Cina. Assaggia gli antipasti freddi tipici del nord, e il pesce bollito in stile Guizhou servito in un brodo asprognolo e speziato. Non te ne pentirai!

Translucent beef Yun Yan restaurant Hong Kong

A proposito di spezie, la cucina del Sichuan è il must del momento della cucina cinese, ricercata in tutto l’ovest e nella Cina intera. Del resto la cucina del Sichuan non manca nemmeno a Hong Kong. La Sichuan House potrà anche avere un nome generico, ma il suo cibo è tutto tranne che banale. Anche se piccante, ogni piatto presenta sapori nettamente distinti. L’effetto anestetizzante del pepe di Sichuan sul pesce bollito in olio piccante è assolutamente invitante. Se vuoi ordinare i gamberi ricoperti con due tipi di polvere di peperoncino essiccato dal gusto terroso, fallo a tuo rischio e pericolo! Yun Yan nella Causeway Bay Times Square offre una più discreta ma non per questo meno autentica cucina del Sichuan, con raffinati piatti classici della cucina di Chengdu (capitale del Sichuan) come il mapo tofu e le sfoglie di manzo in gelatina (foto sopra).

Per provare la cucina shanghainese, fai un salto al Liu Yuan Pavilion, una volta circolo frequentato dall’elite di Shanghai ad Hong Kong. Il loro xiaolongbao (ravioli di maiale in brodo), o il loro semplice riso croccante servito in un brodo denso sono una cosa fuori dal mondo. Zhejiang Heen propone dolci tipici delle province dell’est. Due piatti imbattibili sono i granchi saltati in sciroppo di soia con dolci di riso e l’anatra “dagli otto tesori”, ripiena con funghi neri, castagne e riso glutinoso. I commensali più avventurosi dovrebbero provare il tofu puzzolente. Le bancarelle di cibo locale lo servono fritto, ma Zhejiang Heen ne prepara una versione più tradizionale, cotto al vapore con scaglie di bambù e edamame.

Cibo internazionale

Sushi Rozan omakase Hong Kong food

In quanto ex colonia britannica, a Hong Kong è possibile trovare anche una notevole offerta di piatti originari del Regno Unito. The Pawn di Tom Aikens, situato in un antico edificio del 1888, propone un’onesta e raffinata cucina inglese. Assaggia la carne di cervo marinata alle bacche di ginepro con barbabietola affumicata, o il tortino di anatra agli agrumi alla bolognese con un puré di patate con crosta di Gruviera. Il meglio dei piatti invernali.

Voglia di mangiare giapponese a Hong Kong? Alcuni giapponesi trasferitisi qui, affermano che Hong Kong offre il miglior sushi al di fuori di Tokyo. Recati al Sushi Rozan (foto sopra), dove lo chef Masataka Fujisawa si diletta a dar prova delle sue affilatissime doti di sushiman. Se non hai mai provato un sushi omakase (in giapponese è una sorta di “carta bianca allo chef”), questa è l’occasione giusta. È un’esperienza piacevole da provare a ritmo lento, senza fretta, anche grazie all’eccellente staff di cucina.

Fish School Hong Kong food sea urchin plate

Tra le nuove aperture troviamo Kaum del popolare Potato Head Club di Bali. Nella modaiola zona di Sai Ying Pun non ci sarà la spiaggia ma la splendida sala del lounge bar progettata da Sou Fujimoto è l’ideale per un caffè pomeridiano. Se muori dalla voglia di un buon pranzo, puoi trovare intensi, autentici piatti di cucina indonesiana, come il balinese babi guling (maiale allo spiedo), fino a moderne rivisitazioni di cucina indonesiana come l’anatra croccante servita con salsa di peperoncino e durian o il tonno crudo marinato al lime, menta e scalogno. Gnam!

In un vicolo dietro l’angolo si trova Fish School, regno dello chef David Lai e del suo modernissimo ristorante di pesce, che si ispira ai sapori di Hong Kong ed è un tributo al pesce locale. Buttati sugli eccezionali antipasti da dividere con i tuoi compagni di tavolo. Riccio di mare con granchio crudo marinato e riso (foto sopra), capasanta con tofu e cipollotto, o una ciotola di gustosa bouillabaisse fatta con il più fresco pescato del giorno.

Lo chef Vicky Cheng del VEA Restaurant nello Sheung Wan serve un raffinato e gustoso menù alla maniera di Hong Kong che viene cambiato ogni mese. Tra i piatti imperdibili il suo “Earl Grey Goose” con ciliegie, taro e “lo sui” (una tradizionale salsa per brasato in stile Teochew), oppure la pancetta di maiale con calamaro lucciola e mui choy. Le portate vengono accompagnate da un bicchiere di vino o da un cocktail il cui abbinamento è selezionato dal barman campione mondiale Antonio Lai. Pensa a deliziose invenzioni come il calvados, l’aceto nero cinese, un whisky che scalda il cuore, ad accompagnare un consommé di funghi shiitake.

E quando ti sarai saziato del favoloso cibo di Hong Kong, sarai pronto per buttarti a capofitto nella città, e consumare finalmente qualcuna delle calorie accumulate

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti