Alessandro Lobrano è nato nel Connecticut e ha vissuto a New York e Londra, prima di trasferirsi, nel 1986, nella sua nuova città di residenza: Parigi. Scrive di cibo e viaggi per il New York Times, il Wall Street Journal, il Guardian e Conde Nast Traveller, e ha pubblicato un libro:"Hungry for France"

I parigini sono sempre stati fedeli amanti della carne, ma le nuove bisteccherie alla moda nella capitale francese li stanno convertendo in veri intenditori. Accidenti! La carne sul menù di molti ristoranti non arriva dalla Normandia o dal Limosino, ma dall’Argentina, dalla Germania, dal Regno Unito e dagli USA.

Fortunatamente per la pressione arteriosa dei parigini, Gaul resta il posto più elegante in cui mangiare carne a Parigi: il nuovo locale del macellaio stellato Hugo Desnoyer ha tavoli fatti con la superficie del bancone della macelleria e si trova in un angolo tranquillo dell’elegante e residenziale 16° arrondissement (Boucherie Hugo Desnoyer Table d’Hotes, 28 rue di Docteur-Blanche; telefono +33 1 46 47 83 00; chiuso la domenica e il lunedì). Desnoyer, fornitore di alcuni ristoranti con tre stelle Michelin, come L’Astrance e Pierre Gagnaire, si rifornisce di carne da fattorie del Limosino – e di altre regioni francesi con una buona tradizione nell’allevamento – che conosce personalmente. Queste bistecche meravigliose sono servite con verdure come patate novelle e ravanelli saltati nel burro salato. C’è una lista di vini eccezionale, e la stranezza di mangiare in una macelleria è divertente, e ha fatto di questo posto uno dei più prenotati di Parigi.

Vuoi sapere dove si trovano le cose selvagge? Vai al The Beef Club nel quartiere del vecchio mercato di Les Halles, nel cuore di Parigi, dove servono degli ottimi cocktail e carne stagionata del principale concorrente di Desnoyer: il macellaio Yves-Marie Le Boudonnec (Le Beef Club, 58 Rue Jean-Jacques Rousseau, 1° arrondissement; +33 1 54 37 13 65; solo cena). Luci soffuse in questa sala da pranzo dalle mattonelle bianche creano un’atmosfera equivoca, e l’ambiente si confà ai party alla moda dei giovani parigini.

La ristoratrice Caroline Rostang, figlia dello chef Michel Rostang, ha colpito nel segno con il suo Café des Abattoirs, di nuova apertura, vicino a Place du Marche Saint Honore (Le Café Abattoirs, 10 rue Gomboust, 1° arrondissement; + 33 1 76 21 77 60). Siediti al bancone per un pasto a prezzo fisso, che inizia con antipasti di uova alla diavola e salumi, poi una succosa bavetta di manzo con salse fatte in casa. La migliore è la salsa al pomodoro e rafano, ma la pungente salsa barbecue è molto buona, come la mostarda fatta da loro.

Lo chef Akrame Benallal, una delle giovani promesse di Parigi, sta deliziando masse di potenti broker nel suo nuovo ristorante, una steakhouse (Atelier Vivanda, 18 rue Lauriston, 16° arrondissement; + 33 1 40 67 10 00; chiuso sabato e domenica) proprio dall’altra parte della strada rispetto al suo Ristorante Akrame. Qui troverai magnifiche bistecche di angus nero, che vengono soprattutto dall’America, servite in cinque diverse ricette tradizionali con contorno di patate – alla griglia, tritate, Dauphine, galette o gratinate. I frequentatori abituali di questo posto rilassante adorano la crostata al cioccolato per dessert. Di questi tempi, ovunque tu vada a Parigi, c’è un sacco di roba da mettere sotto i denti.

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti