Le tendenze di viaggio strizzano sempre più l'occhio alle soluzioni eco-compatibili: i viaggiatori cercano infatti destinazioni non solo ricche di bellezze naturali, ma anche poco visitate. Sono alla ricerca di vacanze che diano un beneficio alla comunità locale e dove la conservazione sia una priorità assoluta nella vita di tutti i giorni e nel turismo. Queste quattro destinazioni adottano efficaci strategie eco-turistiche e offrono un'eccellente combinazione di deserto, fauna e opzioni per un impatto ambientale minimo, per la gioia degli eco-viaggiatori di tutto il pianeta.

Botswana

Botswana

In materia di safari e turismo africano, secondo alcuni il Kenya e il Sudafrica sorpassano il Botswana. Ma il Botswana non va trascurato. Il 70 per cento del paese è coperto dal vasto deserto del Kalahari, che offre ai viaggiatori spazi sconfinati per avventure nel deserto e nella boscaglia, oltre a un’abbondante fauna selvatica. Nel nordovest del Botswana si trova il delta dell’Okavango, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e soprannominato l’ultimo Eden dell’Africa. Il delta dell’Okavango ospita alcune delle specie più minacciate al mondo, come ghepardi, leoni e rinoceronti, e 1.061 specie di piante intorno all’area. Il Botswana ha anche la più grande popolazione al mondo di elefanti, la cui sopravvivenza dipende dal delta dell’Okavango. Dal momento che il Paese è un ecosistema sensibile per tante specie animali e vegetali, l’ente del turismo del Botswana ha adottato una “strategia ecoturistica” su scala nazionale per garantire la tutela e la conservazione della fauna, delle risorse naturali e del patrimonio culturale. Il sistema è servito a incoraggiare il settore privato ad aderire ad alcuni standard per offrire agli ospiti un’esperienza eco-compatibile.

Per apprezzare l’abbondante fauna e flora del Botswana, visitate la Chobe Game Reserve dove potete avvistare elefanti in libertà, grandi felini, gnu blu e dingo in via di estinzione. Molte compagnie offrono visite guidate in tutto il Paese per un’esperienza autentica nella natura incontaminata. Fate un trekking guidato al Khama Rhino Sanctuary o un self-drive nella Central Kalahari Game Reserve. Sono disponibili opzioni sostenibili ed eco-compatibili per far scoprire ai viaggiatori tutte le meraviglie di questo Paese. I visitatori sono invitati a pagare in valuta locale, la pula del Botswana (BWP), in quanto le località remote hanno accesso limitato ai mezzi elettronici.

Seychelles

Seychelles

Al di là delle spiagge di sabbia bianca, delle isole tropicali e dei giardini naturali, più di 35.000 ettari (86.400 acri) di questo arcipelago al largo della costa orientale dell’Africa sono stati iscritti tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO: l’atollo di Aldabra e la riserva naturale Vallée de Mai. Grazie a un’urbanizzazione minima e a poche strade strette e ripide, è stato possibile conservare bene le risorse naturali e la fauna selvatica. Di grande aiuto, naturalmente, è anche il fatto che la gente del posto usi la bicicletta come principale mezzo di trasporto e abbia fatto della conservazione parte integrante della propria vita quotidiana: tutti i viaggiatori sono invitati a rispettare queste (buone) abitudini quando visitano le isole. Molte delle isole Seychelles hanno norme severe che regolano l’interazione delle persone con gli ecosistemi naturali e alcune non sono state praticamente toccate dall’uomo.

Fai il giro dell’isola di La Digue in bicicletta o a bordo di un carro trainato dai buoi, un mezzo di trasporto ancora molto in voga a La Digue. Fai snorkeling sulla spiaggia di Anse Lazio nell’isola di Praslin (nella foto sopra), dove puoi osservare una vita marina unica e meravigliosa nel proprio habitat naturale. Fai immersioni nel parco nazionale marino di Anse Petite Cour mentre sei sull’isola, dove gli sport acquatici motorizzati sono vietati, e immergiti nella biodiversità del giardino naturale di Vallée de Mai con un tour lungo i sentieri designati. Pratica il SUP (stand up paddle) al largo della spiaggia di Port Launay sull’isola di Mahé o semplicemente siediti ad ammirare gli squali balena in lontananza. A sudovest dell’arcipelago delle Seychelles si trova l’atollo di Aldabra, che ospita la più grande popolazione mondiale di tartarughe giganti. Se sei appassionato di “eco-volonturismo”, puoi fare esperienze di volontariato presso le organizzazioni che si occupano della raccolta di dati sulle testuggini, le tartarughe marine che depongono le uova e altre specie marine delle Seychelles.

Isole Galapagos

Isole Galapagos

Le isole Galapagos sono un arcipelago composto da 19 grandi isole, situato alla confluenza di tre correnti oceaniche, ed è uno degli ecosistemi più unici al mondo. Addirittura il 97 per cento delle Galapagos è stato dichiarato parco nazionale ed è circondato dalla riserva marina delle Galapagos: il rimanente tre per cento è limitato ai villaggi rurali per gli esseri umani. Ben protette e con pochi predatori naturali, le isole hanno mantenuto un ambiente sano per la fauna selvatica. Molti degli animali sono talmente a proprio agio qui che interagiscono volentieri con gli esseri umani, nuotano al loro fianco in mare e si lasciano avvicinare a terra. Grazie alla loro diversità, le isole Galapagos ospitano una vasta gamma di specie, come iguane marine, leoni marini, pinguini e molte delle sottospecie di fringuelli, senza contare enormi cactus e altre piante endemiche. Ogni isola è unica, con aree di roccia vulcanica o fitta foresta, perciò durante la vacanza è possibile vivere svariate esperienze mozzafiato.

L’ecoturismo assicura alle Galapagos una bassa densità di turisti: i viaggi sono infatti fortemente limitati su tutte le isole e la maggior parte è visitabile solo tramite tour guidati. Alle Galapagos, tutte le persone che lavorano nel turismo cercano di proteggere al massimo l’ambiente e gran parte dei profitti viene destinata alla tutela dell’ambiente. Quando visiti le isole, assicurati di rimanere su sentieri specifici, di non portare con alcun cibo sulle isole disabitate né tentare di dar da mangiare o toccare gli animali. Fai una visita guidata in barca per conoscere il meglio delle isole, esaminando la vita marina durante il tragitto, o sali a bordo di uno yacht da crociera per fare immersioni tra squali, coralli e pesci. In molte isole è inoltre possibile fare snorkeling. Se non sei amante dell’acqua, opta per un’escursione guidata sui letti di lava secca (nella foto in auto) o nei rigogliosi altopiani. Ci sono tantissime cose da fare e da vedere qui per godersi lo splendore della natura con un impatto umano limitato.

Islanda

Islanda

L’impegno dell’Islanda per la conservazione ambientale, il più grande produttore di energia verde al mondo, è innegabile. Utilizza l’energia idroelettrica e le risorse geotermiche per produrre il 100 per cento dell’energia elettrica e un incredibile 85 per cento di tutte le fonti primarie di energia; ed è probabile che l’Islanda farà affidamento sulle risorse rinnovabili per molti anni a venire. L’Islanda è dunque un leader mondiale nella lotta contro l’inquinamento, con un impegno ammirevole per la conservazione della natura e un governo intenzionato a trasformare l’isola in una delle principali eco-destinazioni al mondo. L’Islanda ha una densità di popolazione ridotta, fonti di acqua pura, cittadini eco-consapevoli e un turismo che serve per migliorare, piuttosto che distruggere la terra: questo Paese è decisamente all’avanguardia in materia di sostenibilità.

Visita la famosa Laguna Blu (nella foto in alto), un’area geotermale con centro benessere a un’ora da Reykjavik, per un’indimenticabile esperienza di rilassamento o cimentati con l’arrampicata su ghiaccio insieme alle guide alpine islandesi. Fai un giro a cavallo nella campagna e ammirate le lunghe e lucenti criniere dei pony islandesi. Mentre ti godi la vita all’aria aperta, prova un’esperienza di trekking in montagna per scorgere la volpe artica o un branco di renne o dedicati all’avvistamento delle balene sulla costa. Se non ti va di camminare, le guide locali offrono anche tour in motoslitta nei ghiacciai dell’Islanda e nell’entroterra disabitato. Se il freddo non ti spaventa, fai un tuffo nel lago cristallino Thingvallavatn per ammirare la crosta terrestre sottostante, nello specifico il crinale della dorsale medio-atlantica. E, naturalmente, sarebbe imperdonabile rinunciare alla vista dell’aurora boreale, per cui assicurati di alzare gli occhi al cielo nelle notti limpide.

Scegli una vacanza che offre attività eco-compatibili e celebra le meraviglie naturali del pianeta. Per un’avventura allo stato puro, cerca le date e prenota la tua vacanza qui

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti