Alexandra Spring è stata una redattrice dei servizi speciali di Vogue e ha intervistato molti vip per il giornale. Ha vissuto per 15 anni a Sydney.

Innamorarmi di Sydney è stato ancora meglio di innamorarmi di una nuova persona. Sì, è stato un inizio eccitante, quando sono atterrata 15 anni fa in una città giocosa, vibrante e più che provocante. Ma da allora è stato un fuoco lento, alimentato dagli angoli nascosti che scoprivo man mano e dalle piccole stravaganze che compensano ogni lamentela. Un giorno, poi, mi sono svegliata e ho realizzato che ci sarei rimasta per tutta la vita.

Sydney non è l’Australia – è speciale, una città fatta di villaggi multiculturali pieni di persone diverse. È una città generosa che accoglie i nuovi arrivati e offre un’opportunità a tutti quelli che si fanno avanti. A me ha dato una carriera che amo, degli amici e una famiglia che adoro, e uno stile di vita che non cambierei. E una delle cose che preferisco è far conoscere Sydney. È una cosa che amo.

La città va a velocità di crociera dopo Natale, prima che il Sydney Festival apra i battenti di colpo all’inizio di Gennaio. Le leggi per ottenere la licenza sono cambiate qualche anno fa e la scena dei piccoli bar è esplosa immediatamente, con baretti particolari nei posti più strani. Gli abitanti di Sydney li hanno accolti subito e hanno fatto del seguire le nuove aperture il proprio sport. Ci sono le istituzioni, salde al comando, come il vistoso ed elegante Grandmas, l’Hinky Dinks a tema anni ’50, il Baxter Inn, alla moda e dall’atmosfera jazz, l’Honey Rider, diventato ormai un posto glamour, e lo Stitch, meraviglioso locale cittadino, tutti con cocktail magnifici e ottima musica.

Gli organizzatori della mostra a tema criminale City of Shadows, aperta all’interno del Police Museum nel 2005, sono rimasti sorpresi dalla sua popolarità. Non avrebbero dovuto, in verità: Sydney fu fondata dai detenuti, e guardare le loro foto segnaletiche e le foto delle scene dei crimini commessi tra il 1912 e il 1948 è un’esperienza davvero interessante. I visitatori sono stati così coinvolti da aver inviato informazioni sulle persone delle foto, svelando storie dimenticate.

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti