A volte imparare una nuova lingua può essere frustrante, un’avventura che disorienta. Tanya Parker, redattrice esperta di viaggi, ha vissuto in prima persona l’esperienza di un viaggio-studio pieno di lezioni apprese con fatica, ed è tornata a casa con un paio di consigli su come trarre il massimo dalle nuove avventure culturali.

Studio e passi falsi all’estero

Exploring Toledo Spain

Dopo aver studiato spagnolo per otto anni, decisi di fare un’esperienza di studio all’estero all’università di Toledo (immagine principale). Non sapevo niente di Toledo, a parte quello che avevo letto su Google, ma pensavo che sarebbe stata l’occasione perfetta per migliorare il mio spagnolo. Ero (orgogliosamente) una delle più giovani del gruppo e avevo ottenuto il mio primo passaporto apposta per quel viaggio. Ero pronta.

Per vivere a pieno l’esperienza del viaggio-studio, di tre mesi, era previsto che alcune famiglie spagnole ci accogliessero nelle loro case.

Appena incontrai la mia famiglia ospitante, le mie conoscenze di spagnolo sembrarono svanire. Non riuscivo proprio a capire la mamma. Nessuno ci aveva detto che esistevano dialetti regionali o termini gergali, ma soprattutto non sapevo di aver studiato lo spagnolo messicano, non quello europeo. Non si diceva “carro”, ma “coche”, e dovevo fare i salti mortali per riuscire a dialogare. Di colpo mi sembrava di non sapere affatto lo spagnolo. La mamma mi parlava a gesti e dovevo farmi aiutare dai compagni che conoscevano lo spagnolo meglio di me. Presto sono sprofondata in uno shock culturale e l’inglese mi mancava più di qualsiasi altra cosa. Ho trascorso molte delle prime notti a singhiozzare e a chiedermi se avessi fatto un enorme errore.

La svolta

Plaza de Zocodover Toledo Spain

Anche le lezioni all’università erano in spagnolo europeo. Al mio cervello è bastato un paio di settimane per capire che l’unica scelta era imparare la lingua al più presto. Lo spagnolo mi circondava in ogni momento e il modo migliore per sfruttare al massimo quell’opportunità era impegnarmi completamente. Le mie capacità di scrittura e lettura erano comunque accettabili, quindi l’ho presa come una vittoria e mi sono concentrata sulle competenze verbali. Il mio spagnolo parlato ha iniziato a migliorare dopo alcune difficili lezioni, e con il tempo sono anche riuscita a capire la mamma della famiglia che mi ospitava.

Io e i miei compagni di classe abbiamo fatto molte gite fuori Toledo, per immergerci meglio nei dintorni e imparare nuove cose sulla storia e la cultura locale. Anche la nostra guida parlava solo spagnolo europeo: un’altra opportunità per imparare attivamente. L’università organizzava incontri post-lezioni con persone del posto che volevano migliorare il loro inglese, così nel frattempo noi potevamo migliorare il nostro spagnolo. C’erano sempre nuove occasioni per imparare e trarre il massimo dalla nostra esperienza di studio all’estero. Alla fine di quei 3 mesi, mi sentivo così sicura che andai da un parrucchiere in città e chiesi di dare una sforbiciata netta ai miei lunghissimi capelli. Ero una ragazza diversa, dopo tutto!

Cosa ho imparato

Ohio University study abroad programme 2011
Foto: Emilia Alonso Sameño

Le esperienze di immersione totale sono probabilmente il modo migliore per imparare una lingua straniera, perché non ti danno scelta: non puoi fare altro che imparare rapidamente. Ma non si tratta solo di catapultarsi in un Paese dove non si parla la tua lingua e sperare il meglio.

Consigli e trucchi per imparare rapidamente

1) Sii paziente con te stesso e mantieni una mentalità aperta. Il mio primo errore è stato quello di considerarmi un genio dello spagnolo prima di mettermi alla prova in una situazione reale. A meno che tu non sia cresciuto parlando più lingue, probabilmente ti servirà tempo per prendere le misure della situazione e capire cosa fare. Cosa ancora più importante, accetta l’idea di fare degli errori.

2) Porta con te degli aiuti tascabili, vanno bene sia un dizionario che un’app per smartphone, usarli non è una vergogna. Google Translate ha addirittura una funzione che ti consente di fotografare una parola sconosciuta e provare a chiedere una traduzione istantanea.

3) Cogli qualsiasi opportunità di fare pratica. Parla con il barista, ascolta le radio locali, scarica app per esercitarti oppure partecipa a una visita guidata nella lingua che stai studiando.

4) Stabilisci obiettivi realistici. Imponiti di parlare a tre persone del posto, prova a leggere un articolo di giornale al giorno, usa i trasporti pubblici da solo: sono tutte cose fattibili che miglioreranno le tue capacità di comunicazione e aggiungeranno valore al tuo viaggio.

5) Fai domande. Se non capisci quello che qualcuno ti ha detto, chiedi di ripetere oppure dì semplicemente che non hai capito. Ti accorgerai che la maggior parte delle persone è felice di aiutarti.

6) Divertiti! Che tu abbia scelto un’immersione completa o solo un piccolo assaggio, ricordati di trascorrere dei bei momenti. L’esperienza che vivrai sarà fantastica in ogni modo, ma capire la lingua e la cultura locali le farà fare un salto di qualità. ¡Buen viaje!

Sei pronto a immergerti in una lingua straniera? Cerca le date e prenota il tuo viaggio – ¡la aventura espera!

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti