Richard Torregrossa è un romanziere e un giornalista di San Diego, con un debole per le auto veloci e le strade aperte

I malati della benzina sapranno che l’acronimo NASCAR sta per National Association of Stock Car Racing. Questo ente leggendario gestisce molti eventi di automobilismo sportivo in tutto il mondo e negli Stati Uniti. Solo la National Football League ne gestisce di più.

Ma NASCAR non è solo per piloti professionisti di stock car o icone della supervelocità come Jimmy Johnson. Organizza anche corse amatoriali di stock car che si svolgono presso il Las Vegas Speedwayda marzo a novembre.

Una stock car è una vettura normale che viene modificata per gareggiare in pista, e molte sono un vero spettacolo da guardare: appariscenti, fumose, grandi e sfacciate. Una tipica gara di stock car prevede 79 giri o più di vetture dalle forme e dimensioni più variegate, dotate di un nomignolo scelto in base alla loro epoca e allo stile. Le “Bombers” sono i colossi, malconci e consumati dalle battaglie, del mondo delle corse. Generalmente sono auto di vent’anni – una Caddy del ’72 o una Crown Victoria dell’86. Non sono carinissime ma sono molto popolari. Le “Bandoleros” sono colorate ed eleganti, un incrocio tra una macchina e un go-kart, e i piloti sono di solito ragazzini tra gli 8 e i 16 anni. La loro bellezza sta nel fatto che quasi tutti possono guidarle in una gara. Le “Legends” sono un passo avanti: macchine da corsa retrò create per aggiungere emozione allo sport, mantenendo bassi i costi di produzione. Le loro carrozzerie sono repliche degli anni Trenta e Quaranta, e sono alimentate da motori motociclistici.

Ma non conta la potenza o il fascino della macchina da corsa, c’è un fatto indiscutibile: è il driver, non il veicolo, a fare la differenza. Quindi, se preferisci partecipare piuttosto che fare da spettatore, puoi sempre pensare di prenotare un’esperienza di guida di una stock car con Richard Petty: mettiti al volante e schizza sull’iconica Vegas Speedway o fiondati fino a 265 km/h.

In alternativa, perché non noleggi un’auto “esotica” (Porsche, Ferrari, Lamborghini, Mercedes e BMW? Le trovi tutte disponibili da Vegas Luxury Rides). Poi dirigiti verso il deserto, dove non troverai altro che un cielo blu e la gioia di una vera open road davanti a te. L’aria del deserto è calda e secca, la luce del sole tagliente e dorata, e quando la strada scende, le montagne scure del Mojave sembrano salire ancora più in alto.

A prima vista potrebbe sembrare il tratto desolato di un paesaggio lunare, ma c’è molto da sperimentare se si sa dove guardare. I monumenti stravaganti comprendono “Il più grande termometro del mondo” a Baker, CA (a circa un’ora e mezza da Las Vegas), costruito per commemorare il record di temperatura – 57 gradi Celsius – registrato il 10 luglio 1913 nella vicina Death Valley.

Area-51, un’area militare top-secret della Edwards Air Force Base, è famosa per i suoi avvistamenti di UFO. E’ interdetta ai civili, ma per uno snack fuori dal mondo molto vicino a Las Vegas, fermati all’Alien Fresh Jerky, un negozio con un disco volante e alieni verdi ornamentali davanti, oppure passa la notte nel The Little A’Le’Inn, sempre a Baker, CA.

Continua a guidare verso sud fino allo Zyzzx, un nome creato da Curtis Howe Springer quando fondò il suo pessimo Mineral Springs and Health Spa nel 1944 (il sito è ora sede del Desert Studies Center, gestito dalla California State University e dedicato alla ricerca nel Mojave).

Prosegui per un’altra ora sulla Route 15 (Mojave / Barstow Freeway), e alla fine arriverai allo storico ristorante degli anni ’50 Peggy Sue, su una strada polverosa, all’ombra delle montagne di Calico, apparentemente nel bel mezzo del nulla. Le pareti e le sale sono piene di memorabilia della TV e di Hollywood, tra cui foto autografate delle star che hanno mangiato lì. Le torte appena sfornate sono eccezionali e anche il Marlon Brando Mushroom Cheeseburger e il Frankie Avalon Philly Steak Sandwich sono buoni.

Programma bene la durata della visita e tornerai a casa sotto una coperta di stelle attraverso la notte leggendaria nel deserto di Mojave.

Foto Ocean/Corbis

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti