Parigi: la città dell'amore, della luce e di un sacco di ottimi modi per combattere la depressione invernale. Dal commestibile all'udibile, la vita qui è decisamente “fantastique”

Una luce diversa

Una luce diversa

È soprattutto nei bui mesi invernali che Parigi merita a pieno diritto il titolo di “città della luce”, quando le strade brillano di luminarie decorate. Fiancheggiati da alberi coperti di brina e lucine, gli Champs Elysées sono più sontuosi che mai, con la famosa ruota panoramica che traccia cerchi nel cielo. Qui troverai anche il famoso mercatino di Natale, con le sue bancarelle che vendono di tutto, dai giocattoli eccentrici ai regali lavorati a maglia, dai bûches de Noël (tronchetti) alle ostriche. Per goderti al massimo il maestoso spettacolo di luci della città, fai un tour notturno su un bus scoperto e avrai una vista panoramica delle sue grandi attrazioni e delle luci sfavillanti.

Infila i pattini

Infila i pattini

Parigi vanta una delle piste di pattinaggio su ghiaccio più grandi e suggestive d’Europa, situata sotto le volte in ferro e vetro del Grand Palais. Ogni sera i DJ entrano in scena dalle 21:00 alle 2:00, trasformando il luogo in una gigantesca discoteca ghiacciata. Se preferisci pattinare sotto le stelle, prova la pista di Place de l’Hôtel-de-Ville, davanti al municipio del XIX secolo. E non lasciarti scoraggiare dai professionisti; una zona è dedicata ai bambini e a chi è instabile sui pattini. L’accesso è gratuito ma dovrai pagare il noleggio dei pattini. La pista è aperta da dicembre a marzo.

Il gatto e la crème brûlée

Il gatto e la crme brle

Uno dei più famosi ‘palazzi’ parigini riconvertiti in hotel, Le Bristol è un luogo sublime in qualsiasi periodo dell’anno. Ma in inverno le sue panche rivestite in morbido velluto e le boiserie sono particolarmente invitanti. Inizia la serata con un cocktail di stagione sotto la luce del lampadario del Bar du Bristol, poi passa al ristorante tristellato Epicure di Eric Fréchon per piatti d’autore come i maccheroni ripieni di tartufo nero e foie gras ai carciofi. Sorseggia un digestivo nel salotto in compagnia dei gatti burmesi Fa-Roan e Kléopatre.

Una dolce prelibatezza

Una dolce prelibatezza

I francesi amano la cioccolata calda e per un’esperienza davvero autentica, puoi perderti tra i corridoi labirintici e gli specchi Rococò della pasticceria Ladurée Royale, al 18 di Rue Royale. Questo locale storico è specializzato in macaron che si sciolgono in bocca, ma la cioccolata calda densa e amara, servita in tazze eleganti, è altrettanto deliziosa. Siccome fuori fa freddo, abbinala a qualche goloso pasticcino, come la Tarte Tatin.

Grande Dame

Grande Dame

Non c’è bisogno di essere religiosi per apprezzare lo splendore gotico di Notre-Dame, seguendo il tremolio delle candele mentre passeggi tra le cappelle semibuie o ti stai godendo lo spettacolo della città dalla cima della torre (ti avviso, sono 422 scalini). Ogni anno nella cattedrale viene allestito un grande presepe e vengono celebrate messe regolari durante tutto l’Avvento, con cori che approfittano dell’ottima acustica dello spazio. Dovrai arrivare presto per garantirti una panca, ma ci sono tante cose da ammirare per ingannare l’attesa.

Ovviamente, avrai bisogno anche di un tetto. Ecco la nostra selezione dei migliori hotel della capitale francese.

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti