Il redattore esecutivo del giornale WIRED Greg Williams ti presenta il "bleisure", un termine in voga nel mondo dei viaggi che riguarda come ottenere il massimo dal tuo viaggio di lavoro

C’è stato un momento, nel secolo scorso, in cui viaggio di lavoro voleva dire pochi giorni trascorsi in un hotel di lusso e un’organizzazione caratterizzata dalle parola “premium” o “executive”. Essere fuori per lavoro era, francamente, più comodo di stare a casa nel regno dei bambini e dove c’era sempre qualche lavoretto o altro da fare. Poi, appena i budget sono dimagriti e le compagnie aeree hanno cominciato a stringere la cinghia, così come gli uffici contabili delle aziende, viaggiare per lavoro ha perso il suo fascino. Viaggiare per affari è diventato arduo, un test piuttosto che una ricompensa. Passare da un continente all’altro per una sola riunione è diventato un luogo comune, e l’avvento degli smartphone e dei server remoti ha significato essere collegati all’ufficio in ogni momento, un martellamento costante di richieste di riunioni e di email.

L’era della tecnologia del “sempre connessi” ha, però, marcato un’evoluzione nel settore dei viaggi di lavoro: l’alba del “bleisure”. Con questo termine – formato dalle parole “business” e “leisure” (affari e tempo libero) – si intende una fusione dei due, ed è una tendenza crescente. L’approccio mentale del viaggiatore per affari è cambiato, con sei su dieci che attualmente aggiungono dei giorni di svago ai propri viaggi di lavoro, mentre un altro 20 per cento vorrebbe farlo.

Ci sono stati anche dei cambiamenti nei comportamenti degli ultimi anni. Per prima cosa, la maggior parte di noi viaggia per trascorrere più tempo con la propria famiglia, non meno tempo. Quindi, se dobbiamo viaggiare, perché non portarla con noi? Il lato positivo del fatto che volare sia diventata un’esperienza più prosaica è che le compagnie aeree a basso costo sono aumentate tantissimo, rendendo accessibile al tuo partner e ai bambini l’opportunità di volare con te. E la crescita del numero di boutique hotel poco costosi, con elevati standard di servizio, ha fatto sì che il posto in cui soggiorni non debba essere uno squallido franchising che odora vagamente di buffet della notte precedente – ora sì che viaggiare diventa effettivamente desiderabile. Mentre partecipi a quella conferenza sulle vendite, il tuo partner può scoprire le delizie del massaggio finlandese, visitare la Cattedrale di Colonia o fare shopping di rari fumetti manga a Tokyo.

Infatti, l’83 per cento dei viaggiatori d’affari usa un po’ del tempo a disposizione per esplorare la città in cui sta soggiornando. Parlando da manager, troverei strano che un membro del mio team non se ne andasse un po’ in giro nella città in cui soggiorna – la curiosità e il senso dell’avventura sono qualità importanti che arricchiscono un individuo e lo rendono una risorsa significativa per il team. Girovagare per un mercato o entrare in una galleria d’arte non può che rendere le persone più felici e più complete.

Quindi, come si fa a ottenere il massimo dal proprio viaggio di lavoro?

Se ti è richiesto di viaggiare per lavoro, cogli l’opportunità: gestisci bene il tuo tempo e aumenterai produttività e benessere. Dopotutto, non sarai utile a nessuno se tutto quello che avrai fatto sarà stato prendere un caffè con un cliente in un hotel dell’aeroporto, prima di riprendere la via del ritorno attraverso i varchi di sicurezza, soprattutto se sei passato in diversi fusi orari. Oggi, qualsiasi hotel decente avrà una buona connessione wifi gratuita. Meglio passare qualche ora a concentrarsi sulle email prima di una piacevole cena nel ristorante locale che correre di nuovo in un ufficio vuoto nella propria sede nazionale, esausti e tristi. Cerca con attenzione l’hotel per assicurarti che si rivolga a tutti – le strutture per le conference call non devono essere incompatibili con il late check-out e con il servizio di babysitting. Resta nella tua destinazione e mostra ai bambini qualcosa di cui si ricorderanno – quasi il 97 per cento pensa di aver fatto nuove esperienze culturali e di conoscenza aggiungendo dei giorni di svago al proprio viaggio d’affari.

Pensa a come ottenere il massimo dal tempo a tua disposizione. Sarai più produttivo mentre ti arricchisci, il che ti rende una risorsa migliore per l’azienda. Essere costantemente collegati non è solo un affare di device; può significare investire anche in se stessi.

 
Tutti i dati sono tratti dal BridgeStreet Globale Hospitality’s Bleisure Report del 2014, un sondaggio effettuato su 640 viaggiatori provenienti da Europa, Americhe, Africa e Asia-Pacifico

Stai pensando di portare con te i bambini? Trova qualche ispirazione per le cose da fare con la famiglia a New York e Sydney

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti