La lungimirante Dubai ha una storia affascinante. Questo itinerario di due giorni ti offre la possibilità di tornare indietro nel tempo, il primo giorno, e fare un salto al suo futuristico presente il secondo giorno

Giorno 1: Un assaggio del passato nella vecchia Dubai

Giorno 1 Un assaggio del passato nella vecchia Dubai

Dubai nacque come minuscolo villaggio di pescatori circa 4.000 anni fa e rimase tale fino agli anni ’30 del XIX secolo, quando l’intraprendente tribù Al Maktoum – la famiglia regnante di Dubai – la trasformò in un porto franco.

Furono i mercanti persiani di Bastak – i primi commercianti giunti dall’altra sponda del golfo Persico – a costruire le splendide case con cortile dell’antica Bastakiya (nella foto in alto), di recente ribattezzato “il quartiere storico di Al Fahidi”. La tua scoperta della vecchia Dubai inizia qui, tra i vicoli ariosi di questo pittoresco quartiere, punteggiati di piccoli musei, gallerie e bar. Inizia il tuo bagno di cultura provando il cibo degli Emirati a una “colazione culturale” del Sheikh Mohammed Centre for Cultural Understanding.

Per scoprire la storia della città visita il Museo di Dubai, all’interno della Fortezza di Al Fahidi, l’edificio più antico della città, risalente alla fine del XVIII secolo. È dotato di aria condizionata, quindi avrai anche un’oretta di tregua dal caldo soffocante.

Attraversa la strada e imbocca un vicoletto dietro la Grande Moschea (nella foto in alto) pieno di negozi indiani che vendono oggetti religiosi, bindis, incenso e offerte votive per i fedeli diretti ai templi Hindu. È un magnifico esempio del cosmopolitismo e della tolleranza di Dubai. La viuzza sfocia nel souk dei tessili Bur Dubai (o Mina Bazaar) con negozi stracolmi di rotoli di scintillanti broccati, tessuti di satin e pantofole di Aladino con lustrini. Troverai anche bancarelle che vendono cibo indiano.

Da qui potrai prendere un abra – un piccolo taxi d’acqua in legno – per i souk di Deira, attraversando il trafficato Dubai Creek. Passeggia per il profumato souk delle spezie (nella foto in alto), poi gira l’angolo e visita due piccoli musei. Heritage House è la splendida residenza di un mercante di perle e l’adiacente Al Ahmadiya School è la prima scuola della città. Nelle vicinanze potrai ammirare l’impressionante esposizione di gioielli scintillanti, destinati alle doti, nel souk dell’oro.

Girovaga per i vicoli e poi raggiungi il pontile degli abra per attraversare il Creek e visitare le maestose residenze degli antichi governanti nel luogo del primo insediamento di Dubai alla foce del Creek, Shindagha. Oggi è sede del Dubai Heritage and Diving Village, un’affascinante replica di un antico villaggio di pescatori e centro di commercio delle perle. Qui potrai cavalcare un cammello, assaggiare i dolci degli Emirati e acquistare souvenir come caffettiere di ottone e tappeti beduini. Poi potrai partecipare a un banchetto arabo e fumare il narghilè al ristorante Kan Zaman con vista mare, il luogo ideale per chiudere in bellezza una giornata a Dubai.

Giorno 2: Il presente futuristico della Dubai moderna

Giorno 2 Il presente futuristico della Dubai moderna

La metropoli della “Dubai moderna” formata da imponenti grattacieli, monumentali centri commerciali, hotel di lusso e ville eleganti è sorta in tempi recenti, a partire dagli anni ’70.

Inizia il tour a bordo di un taxi lungo Jumeirah Beach Road, fermati di tanto in tanto per ammirare le sensazionali spiagge di sabbia bianca prima di raggiungere la prima meraviglia architettonica di Dubai: l’hotel “sette stelle” Burj Al Arab (nella foto in alto). Quando questo edificio bianco a forma di vela – costruito su un’isola artificiale – fu inaugurato nel 1999, diede il via a un particolare tipo di boom turistico che non si è fermato: i visitatori sono attirati sia dall’architettura avventurosa di questo prodigio costruttivo che dalle sue camere sontuose e dai centri commerciali presenti al suo interno.

Potrai acquistare tappeti orientali, souvenir o casalinghi mediorientali nel vicino Madinat Jumeirah (nella foto in alto), un moderno centro commerciale con aria condizionata, ma molto suggestivo. Qui potrai mangiare di tutto, dalle tagliatelle asiatiche alle bistecche americane, cibo mediterraneo o marocchino. E se scegli il tavolo con cura potrai persino scorgere il Burj Al Arab oltre i canali in stile veneziano.

In alternativa, potrai prendere un taxi da Burj Al Arab al Dubai Mall (o farti lasciare dall’autista a una fermata e prendere l’elegante Metro fino al gigantesco centro commerciale). Qui ce n’è abbastanza per occupare una giornata intera, tra cui un enorme acquario, un’infinità di negozi e grandi magazzini, aree di svago per bambini, bar, cinema e ristoranti. Anche se non sei in vena di fare shopping, è un ottimo posto per osservare le persone.

Quando hai finito, raggiungi lo sbalorditivo Burj Khalifa – l’edificio più alto del mondo – e sali fino al ponte di osservazione per una vista mozzafiato di Dubai (nella foto in alto). Da qui potrai ammirare gli abbaglianti grattacieli di Sheikh Zayed Road.

Se una volta tornato coi piedi per terra ne hai avuto abbastanza del lato futuristico, vai al Souk Al Bahar, un altro centro commerciale ispirato all’“Arabia antica”. Qui potrai sederti in uno dei numerosi bar e ristoranti sul mare, con vista sulla fontana danzante e lo svettante Burj Khalifa. Mentre i tuoi occhi seguono il profilo di questa incredibile opera di ingegneria fino alle nuvole, potrai alzare i calici al quel miracolo moderno chiamato Dubai.

Che sia il suo lato tradizionale ad affascinarti o quello moderno, nella nostra Guida di Dubai troverai i luoghi più interessanti della città e preziosi consigli su dove alloggiare

Offerte hotels

Offerte e sconti in tutto il mondo per i nostri Clienti